SOS RUSSIA: Campagna Associazioni LGBT Italiane

SOS RUSSIA: LE ASSOCIAZIONI LGBTI ITALIANE LANCIANO UNA CAMPAGNA NAZIONALE A SOSTEGNO DEGLI ATTIVISTI PER I DIRITTI UMANI DELLE PERSONE LGBTI IN RUSSIA.
Associazione Radicale Certi Diritti, Agedo, Arcigay, Famiglie Arcobaleno, Equality Italia, Arcilesbica e Rete Genitori Rainbow lanciano la campagna SOS RUSSIA a sostegno delle associazioni che combattono per i diritti umani delle persone LGBTI nel grande Paese euroasiatico.


La situazione in Russia è particolarmente drammatica: gli attivisti LGBTI sono costantemente oggetto di violenze da parte della polizia durante le manifestazioni, i crimini d’odio hanno raggiunto un livello estremamente preoccupante, mentre lo Stato continua a varare leggi che rendono impossibile la vita delle persone LGBTI. Poche settimane fa Putin ha promulgato una legge che sanziona su tutto il territorio nazionale la "propaganda di relazioni sessuali non tradizionali davanti a minori”, rendendo di fatto impossibile pronunciare le parole “gay”, “lesbica”, “bisessuale”, “transessuale” e “intersessuale” in qualunque contesto pubblico. Ultime vittime di questa legge sono stati 4 registi olandesi che stavano girando un film su una storia d’amore tra due persone dello stesso sesso. Ma il lavoro delle associazioni per i diritti delle persone LGBTI è reso impossibile da un’altra legge che obbliga all’iscrizione a un particolare registro tutte quelle associazioni che ricevono fondi da enti non russi. La mancata iscrizione a questo registro degli “agenti stranieri”, che nel contesto russo equivale a essere considerati traditori della patria, comporta sanzioni pesantissime. Le associazioni che difendono i diritti umani delle persone gay, lesbiche, bisessuali, transessuali e intersessuali in Russia si rifiutano di essere considerate degli agenti di potenze straniere poiché ciò significherebbe dar ragione a chi sostiene che l’omosessualità è una degenerazione importata in Russia dall’Occidente. Invece le associazioni LGBTI russe si battono per proteggere i diritti dei cittadini russi e aiutare il loro Stato a rispettare la propria Costituzione Federale che impone il rispetto dei diritti umani di tutti. Questa situazione ha portato varie associazioni LGBTI a dover pagare multe salatissime (sino a 25.000€) e a dover interrompere tutti i progetti fatti in collaborazione con enti non russi, dovendo conseguentemente restituire le somme anticipate.


Per aiutare le associazione LGBTI russe a sopravvivere e a continuare il loro prezioso lavoro l’Associazione Radicale Certi Diritti, Agedo, Arcigay, Famiglie Arcobaleno, Equality Italia, Arcilesbica e Rete Genitori Rainbow hanno deciso di dare il via a una corsa di solidarietà nazionale per raggiungere la somma di almeno 10000€ entro la fine di agosto. Per effettuare una donazione basta seguire questo link: www.sosrussia.it. Tutte le associazioni italiane che hanno a cuore la difesa dei diritti umani nel mondo sono invitate ad aderire all’iniziativa inviando una mail a info@certidiritti.it.

Russia: Arresteremo turisti "Palesemente gay"

Dopo la firma del presidente Vladimir Putin sulla legge che vieta la "Propaganda gay", nonostante manifestazioni e proteste internazionali anche da parte di importanti istituzioni come il Parlamento Europeo e dell'amministrazione USA, la Russia annuncia un nuovo provvedimento omofobo che prevede l'arresto e il trattenimento dei turisti stranieri "palesemente gay". Un motivo in più, non solo per evitare qualsiasi viaggio in Russia, ma per avviare finalmente un sistematico boicottaggio del turismo e dei prodotti russi.

Leggi art. (Eng) http://www.travelandescape.ca/2013/07/russia-says-it-will-arrest-openly-gay-tourists/